Rock Against Child Pornography - Stazione Birra - Rome New Pics

25/03/2009

 

UN ARCOBALENO ROCK HA ILLUMINATO LA NOTTE DI STAZIONE BIRRA

13 MARZO 2009 
 

C’è ancora chi pensa che il Rock sia la musica del diavolo e sinonimo di trasgressione e cattive abitudini, “sex, drugs & rock’ n’ roll” e che per questo mal si accosta ad un tema delicato come la violenza sui bambini?

Probabilmente qualcuno sì, ma sinceramente speriamo siano individui di una specie in via d’estinzione, visto che il Rock si è spesso rimboccato le maniche per aiutare i meno fortunati, laddove istituzioni e governi sono presi più da beghe politiche e di potere anziché da quelli che sarebbero i loro reali compiti….. 

E così anche nel nostro piccolo universo rock “underground” italiano, in tanti si sono adoperati per la riuscita della Prima edizione di “Un Arcobaleno Rock in difesa dei bambini” tenutasi il 13 marzo scorso a Stazione Birra , prestigioso e rinomato live club alle porte di Roma.

Un evento organizzato dal Team italiano di Rock Against Child Pornography– un nome che si spiega già da solo- capitanato da Tarja Virmakari a favore di Telefono Arcobaleno - la più importante associazione Onlus che dal 1996 combatte una lotta senza quartiere al silenzioso dramma della pedofilia e pedo-pornografia on line.

Una serata la cui promozione è stata intensa e con risultati davvero soddisfacenti (nonostante qualche “dimenticanza” da parte di alcuni organi di stampa - in particolare quella cosiddetta “alternativa”…) Ma molti altri e anche il tamtam sul web e i suoi canali ci hanno aiutato a far circolare la notizia e a tutti quanti va un grazie di cuore!!! 

L’impegnativa organizzazione e direzione artistica è stata curata da Luca Celletti (leader e voce degli Eurosmith e del progetto solista Lace Black)

Luca, che nel corso degli ultimi anni ha organizzato con successo diversi eventi rock, ha abilmente messo in piedi uno spettacolo vario e coinvolgente, con otto band diverse per stile e per genere, che si sono alternate – con velocissimi cambi palco- come onde incessanti di una grande marea musicale, che si è riversata spumeggiante e fragorosa sul numeroso e caloroso pubblico presente…. 

Un grande ringraziamento va a Stazione Birra e a Guido Bellachioma, che ci ha sostenuto in questa iniziativa, a tutto lo staff e in principal modo ai tecnici che hanno permesso la piena riuscita di un spettacolo complesso,Francesco Iannotta e Angelo Anaclerio al mixer e Paolo de Luca alle luci ; un grazie ai tanti fotografi che sono intervenuti e che ci hanno regalato dei meravigliosi ricordi: Pino Stuppini, Silvia Richichi, Arrigo “Arry”, Baroni ,Eugenio Campagna (e tutti quelli che abbiamo visto con macchinette fotografiche di ogni tipo!!) e allo staff di ONE MATCH.IT per le riprese video.     

Un immenso grazie va ovviamente a tutti i musicisti che si sono lanciati in questo progetto con entusiasmo e con il giusto feeling!!! Tutti insieme avete fatto una grande differenza!! 

E da parte mia un affettuoso grazie a Tarja e Luca, con i quali è stato un vero piacere condividere questo primo capitolo di una grande  avventura!!! 

Ma ecco qualche dettaglio anche per chi non c’era … 

“….Che sarà una serata speciale ed emozionante si intuisce già dal pomeriggio, quando nel locale inizia un andirivieni di musicisti che pian piano affollano con un allegro disordine la sala, il palco, i camerini .. tante persone, alcune delle quali sconosciute tra loro, ma con una gran voglia di essere li, di conoscersi, fare amicizia e condividere qualcosa di unico.

Dopo il  soundcheck e una veloce cena, neanche il tempo di prendere fiato e l’orologio segna già le 21,00 …

Ora di iniziare, con una doverosa - seppur sintetica - presentazione della serata e soprattutto della  tematica trattata, dell’attività di Rock Against Child Pornography e del grande lavoro di lotta e prevenzione all’abuso e allo sfruttamento sessuale dei bambini da parte di Telefono Arcobaleno

Sul palco anche la responsabile italiana di RACP Tarja Virmakari , insieme a sua figlia Chiara di 4 anni, quasi a voler inviare alla platea un segnale ancora più nitido e forte , mentre in sala la responsabile comunicazione di Telefono Arcobaleno Maria Clara Marchi, è pronta a dare informazioni e consigli. 

Nel frattempo la sala si è affollata di romani - che in controtendenza sono arrivati puntuali e che ascoltano attenti e silenziosi il forte messaggio che è stato lanciato. E già questo è un risultato che vale tutti gli sforzi fatti!!  

E dopo le parole e le riflessioni arriva anche il momento delle emozioni, il momento di lasciarsi trascinare dalla musica….

La prima band a dare fuoco alle polveri sono i giovani ed esplosivi KNIGHT che con il loro Hard Rock frizzante ed energetico presentano il loro Ep d’esordio, seguiti dalle emozionate RATZINGIRLS, la prima band femminile della serata, con una grintosa  miscela di punk rock melodico. E’ poi la volta di una band più navigata, quella di JONNA con i suoi LOUD SHOOTERS, hard rock tagliente e potente, con il loro Cd fresco di  stampa "Show The Real Face" 

E anche LACE BLACK, progetto solista di Luca Celletti, che sale sul palco subito dopo, presenta il suo EP di debutto. Un Rock intrigante e suggestivo, melodie romanzate e un groove rock soul a sfumature psichedeliche…

 

Ora Stazione Birra è davvero affollato e pieno di facce allegre e sorridenti, chi canta insieme alle band, chi balla sotto al palco

Un’ atmosfera carica di energia, una scarica elettrica colorata come l’arcobaleno, che circola e si trasmette dal  palco al  pubblico e viceversa… 
 

E a tenere calda l’ energia arrivano le CHEERFUL BOYS, Cover band tutta al femminile, 5 ragazze con il loro “Vintage Rock’n’Roll” degli anni ‘50 ‘60 e ’70, rivisitato , allegro e scatenato. 

Dopodichè è la volta degli scalmanati e simpatici AC/HD,energico tributo ad una grande rock band di tutti i tempi - gli AC/DC- con uno show  irriverente e davvero coinvolgente! 

Ci stiamo avviando verso la fine della serata e l’atmosfera in sala è calda e festosa e il pubblico accoglie con calore la band ospite, i sanremesi SOUNDPRESSURE, una miscela sonora corposa di rock ruvido e armonie, anche loro con il loro primo disco        “The Lights Of The City Die”. 

Gran finale con i fuochi d’artificio targati EUROSMITH, Primo Tributo Italiano ed Europeo - dal 1997- alla grande rock band americana Aerosmith, capaci di trasformare ogni concerto in uno spettacolare Rock ’n’ Roll Show…

E infatti, nonostante si sia leggermente oltrepassato l’orario di stop stabilito, sono tutti talmente coinvolti dalla musica che Mr Bellachioma ci dà il suo ok per poter continuare ancora un poco… 

E quando infine si accendono le luci in sala e inizia il rito dei saluti  e dei “grazie di essere venuto/a“ negli occhi delle persone c’è un sincero ringraziamento per essere stati resi partecipi di qualcosa di più di una serata musicale di beneficenza…

Ed è un grande regalo per noi che abbiamo accettato la sfida di organizzarla,con la consapevolezza e la soddisfazione di aver aperto anche solo una piccola porta nella sensibilità e nella coscienza di qualcuno e non a suon di dibattiti e paroloni, ma al suono coinvolgente della musica !!

E in particolare di quella musica “underground” fatta di talento,originalità e passione, troppe volte ignorata a favore delle solite e facili “canzonette” ..     

E se è vero che il Rock ha cambiato tante vite, tra cui la nostra, crediamo che possa in qualche modo aiutare a cambiare anche quella dei bambini, perché – per usare gli slogan di Telefono Arcobaleno e RACP

“Chi tocca un bambino tocca tutti noi.. ma noi , insieme, possiamo fare la differenza!!  
 
 
 

Roberta Valenti   Responsabile Ufficio stampa e promozione

Luca Celletti          Direttore artistico organizzatore


Torna alle news

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.